domenica 17 ottobre 2010

Oceanic n°21. Resurrection.

Quando un grande cade gli sciacalli fanno banchetto,ma non con la sua anima.
Achab ascolta sono il tuo spirito guida,sei in uno stato di morte apparente.
Ascoltami adesso,devi concentrati,riemergi o sarà la fine,prova,sono il tuo spirito guida e non posso lasciarti.
Da sopra sento che ti muovi,sei ancora vivo,sei il non morto.
Muovi le tue possenti braccia,ecco ti sento,continua così.
Riemergi dalle tenebre
riemergi dal male
riemergi dalla solitudine
riemergi dalla prigione
riemergi dalla signora in nero che vuole la tua anima.
Questo è il momento, sali ora, avanti.
Siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
sono tornato e sono pronto a nuove sfide
siiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiii
signora in nero il tuo tranello non è servito anche questa volta.
Sono desolato ma andrai via senza di me con il tuo carro di ossa umane,lascia il tempo al suo posto penserà lui a gestire gli attimi,
sei una amante per l'eternità e io ho troppo da fare in questo mondo,per ora ti saluto,tu vai per la tua strada e io mi batterò nella notte selvaggia,per illudere le nuvole.
Come vento che è amico dell'oceano io non mi fermo.
(Dedico il testo alla fata Dea con tutta la mia forza.)

51 commenti:

  1. Ciaooo! volevo solo lasciarti un saluto!

    RispondiElimina
  2. Vento largo, vento di mare, vento che spinge le vele: spero spinga ancora a lungo le tue poetiche intuizioni!

    RispondiElimina
  3. Capitano non potevano delle squallide sabbie avere la meglio su un personaggio come il nostro Achab ! riemergere alla vita fa vedere le cose con occhi nuovi e una conoscenza maggiore. La tua mente ha otra una nuova libertà. Un bacio di ben tornato tra noi catpoeta miaaaaaaaaaoooooooooooùùùùùùùùùùùù

    RispondiElimina
  4. Ciao Hobina,grazie cara,buona serata.

    RispondiElimina
  5. Ciao Adriano,grazie del tuo commento molto bello.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  6. Ciao Fel,grazie cara,si sono tornato e sono pronto,molto pronto e sempre avanti.
    Molto belle le tue parole.
    Miaoooooooooooooooooooooooooooooooooooooo.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  7. Achab
    Non sapevo di trovare un nuovo post.. Ne ho letto una piccola parte .. ma è davvero emozionante , voglio leggerlo con calma poi ti diro... Adesso sono le 23.05 ed devo andare a nanna ..Buona notte e a presto Lina

    RispondiElimina
  8. Ciao Massimo.
    Sono mancata per un bel pezzo...ti ritrovo sempre in gamba con una vena creativa fantastica e molto profonda.
    Questo tuo scritto cela un grande disegno che l'uomo "deve" portare a termine.Bellissimo il verso della chiusa... da solo vale una poesia in stile ermetico.
    Baci!

    RispondiElimina
  9. Principe achab, per un lungo momento un silenzio di morte è calato sulla Foresta Viola e su tutta la blogosfera: un uomo siffatto non può morire, sussurravano le grandi mangrovie, mentre le giraffe dal lungo collo scrutavano oltre la linea di confine in attesa di vederti riemergere. Pregavano i colibrì, come piccoli chierichetti, raccolti sui rami più alti, una preghiera al sole, perchè ti ritemprasse di energie e di volontà.
    Le aquile sorvolavano infaticabili i picchi delle montagne, spingendosi oltre, in allerta per calare in picchiata e ghermirti in volo, semmai le forze ti fossero venute meno, per portarti in salvo. E i lupi, i famelici lupi, che vivono nelle tane più recondite della Foresta Viola, in stato vigile per ostacolare la Nera Signora, semmai avesse avuto l'ardire di penetrare i tuoi territori.
    Principe achab, anche noi, con il doppio passaporto di cittadinanza della Terra e di Blogosphere, gridiamo forte: un uomo siffatto non può morire.
    Un bacio, con sottofondo di trombe e cori angelici, perchè la ressurrezione non è per tutti gli uomini.
    Marilena
    P.S. - IMeno male che sei tornato perchè il tuo spirito guida è affascinante ma non è te!

    RispondiElimina
  10. Ciao Achab, sei tornato...... Evviva!
    Ti abbraccio

    RispondiElimina
  11. Ciao caro Achab, oh quanto sono felice per questo sííííííííííííííí alla vita:)) Riemergi dalle tenebre, riemergi dal male, riemergi dalla solitudine, riemergi dalla prigione e fai la tua strada. Ti accompagniamo con piacere.
    Baci

    RispondiElimina
  12. Fermarti? No ke non puoi, Capitano.
    Lascia digiuni gli sciacalli e "in bianco" la signora in nero, illudi le nuvole a va col vento amico. Sei rinato dalla stessa terra che t'aveva inghiottito, un viaggio molto pesante, ora più ke mai potrai sfidare il male, perchè hai vinto anke con la morte!
    Un bacione, Massimo.
    Alla prossima
    Elisena

    RispondiElimina
  13. P.S.:Stupenda l'immagine ke apre il blog, Massimo, veramente bella!
    Aribacio
    Elisena

    RispondiElimina
  14. Ciao Lina,grazie della tua visita,certo torna quando vuoi.
    Buona serata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  15. Ciao Miryam,sono contento del tuo ritorno,sempre gradito,grazie delle tue parole,un commento molto giusto per tutte le persone che non si fermano mai.
    Dolce sera.

    Un bacio.

    RispondiElimina
  16. Ciao Marilena,molto bello il commento,e grazie sempre per il tuo sostegno,si avevo notato che la natura del luogo aspettava un segno e il segno è arrivato,si ho sentito le trombe e anche i cori angelici,ma anche tanta musica ROCKKKKKKKKKKKKKKKKKK,che mi invitava ad riemergere,ma un grande aiuto è stato dato dallo spirito guida,grazie del tuo intervento.
    Buona serata.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  17. Giusto Marilena,lo spirito guida è affascinante ma non è me,grazie del complimento.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  18. Ciao I am,grazie della tua visita,si sono proprio io.
    Buona serata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  19. Ciao Caterina,wow grazie del tuo intervento,molto bello.
    Buona serata.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  20. Ciao Joe,grazie cara,le tue parole sono giuste e belle,si è come una rinascita dopo la sepoltura,certo non mi fermo,vado avanti.
    Per la foto grazie,alle volte cambio,mi piace variare.
    Buona serata.

    Un abbraccio.

    RispondiElimina
  21. Ahab
    Sei un personaggio fantastico oltre che un principe coraggioso che sa sfidare il male in tutte le circostanze con forza e coraggio sfidando anche la morte .
    Nel leggere il racconto credimi se ti dico anche io ho sentito le trombe e i cori angelici dalla forte emozione :-) Non fermarti mai.... . vai avanti!!
    Complimenti .
    UN CARO SALUTO LINA

    RispondiElimina
  22. Achab, sembri proprio il capitano della baleniera in groppa a Moby Dick. Ma la Storia non si ripete mai uguale...Saluti. :-)

    RispondiElimina
  23. Un "Si alla vita"va urlato,è giusto.Penserà il vento ad amplificarlo,penserà il tempo a dare forza ed attimi alla nuova riconquistata vita.Non fermarti mai,Capitano,la foresta viola è protettiva ma anche ingannevole,cerca sempre la via della luce :buon cammino,fratello.

    RispondiElimina
  24. Ciao Lina,grazie del tuo commento, molto bello,
    sono contento che se riuscita a sentire le trombe e i cori,certo vado avanti.
    Buonanotte.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  25. Ciao Leone,grazie della visita,non sembra di ripetere la storia,anche perchè da queste parti non ci sono le balene,e poi non sono tipo da ripetere una storia già scritta,credimi non è mia intenzione,il nome Achab può anche essere il mio vero nome.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  26. Ciao Chicchina,grazie cara,belle parole le tue,certo vado avanti,che la luce sia in me e in tutti voi.
    Buonanotte.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  27. Ricambio la tua visita e non conoscendo le cause della tua "morte" mi sono limitata a leggere le tue parole da spettatrice non informata dei fatti. Mi è venuta in mente una poesia che amo molto, avendola collegata subito al tuo scritto.
    Chissà che tu non la conosca e che possa leggerti anche in quelle parole:

    Dal profondo della notte che mi avvolge,
    buia come il pozzo più profondo che va da un polo all'altro,
    ringrazio gli dei chiunque essi siano
    per l'indomabile anima mia.

    Nella feroce morsa delle circostanze
    non mi sono tirato indietro né ho gridato per l'angoscia.
    Sotto i colpi d'ascia della sorte
    il mio capo è sanguinante, ma indomito.

    Oltre questo luogo di collera e lacrime
    incombe solo l'Orrore delle ombre,
    eppure la minaccia degli anni
    mi trova, e mi troverà, senza paura.

    Non importa quanto sia stretta la porta,
    quanto piena di castighi la vita.
    Io sono il padrone del mio destino:
    io sono il capitano della mia anima.

    Invictus-William Ernest Henley

    Spero non ti spiaccia se seguo il tuo blog e approfitto dell'occasione per passarti il testimone della staffetta dell'amicizia.
    Puoi trovare il post nella mia pagina.

    RispondiElimina
  28. Ciao Achab sei il migliore!

    RispondiElimina
  29. Ciao Le pagine della nostra vita,grazie della tua visita e della poesia,conosco l'autore ma non ho mai letto questa poesia,direi che in certi passaggi la sento cucita su di me in altri meno,ma ho gradito molto.
    Per quanto riguarda la staffetta grazie ma non ho tempo,ma sei stata molto gentile,sono contento che mi segui,farò la stessa cosa,mi piace il tuo blog.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  30. Buona giornata a te e grazie per aver apprezzato.

    RispondiElimina
  31. Ciao Graziella,grazie,sei molto gentile.

    RispondiElimina
  32. Ciao LePagineDellaNostraVita,grazie,buona serata.

    RispondiElimina
  33. lo sapevo!!!...Grande Poeta!. . . un abbraccio

    RispondiElimina
  34. Ciao Alessandra,grazie cara della tua presenza.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  35. Ciao Pierangela,buona serata.

    RispondiElimina
  36. ACHAB
    Torno sempre volentieri anche per leggere i commenti che ti lasciano .. come quello di chicchina che dice: Non fermarti mai,Capitano,la foresta viola è protettiva ma anche ingannevole,cerca sempre la via della luce ... belle parole , anch'io dico:Principe Achab .. Non fermarti sei un grande capitano !!!
    sii sempre un grande

    RispondiElimina
  37. Ciao Lina,grazie cara,ok non mi fermo vado avanti,la forza è in me e voi siete con me,grazie,si sono contento dei commenti che lasciano.
    Buona serata dolce Lina.

    RispondiElimina
  38. Ciaoooooooo Achab,
    siiiiiiiiiiii tu sei qua più forte che mai ed io so che tu non ti fermerai mai perchè anche noi ti accompagneremo sempre!!!
    Ti vogliamo bene e questa è una cosa bellissima!!!
    Ti abbraccio fortissimamente forte
    Bruna

    RispondiElimina
  39. Caro Achab,
    sempre molto intenso... mi piace il tuo modo di scrivere, ma chi ti ferma ???
    ciao a presto..

    RispondiElimina
  40. achab, entrare nel tuo blog é come sempre entrare nella quarta dimensione, dove tu cambi aspetto e diventi un essere tridimensionale, abbracci la tua forza e vai incontro alle tue fantastiche avventure in diffesa della tua Dea.
    Ci sono sempre, ti leggo sempre anche se non ti commento perché rischierei di essere monotona, di dire cose dette e ridette anche da altri.
    Ci sentiamo in altra sede,
    con affetto e stima di sempre
    Margy

    RispondiElimina
  41. Ciao Diana-Bruna,grazie delle tue parole,sono molto belle,certo ankio tengo a tutte voi,ok vado avanti non mi fermo.
    Buona vita.
    Un grande abbraccio.

    RispondiElimina
  42. Ciao Massimo,grazie della tua presenza,e del complimento.
    Buon fine settimana.

    RispondiElimina
  43. Ciao Margy,grazie per il tuo commento,belle parole le tue,sei la benvenuta.
    Si certo ci sentiamo in altra sede,dove??????
    Buona serata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  44. Ciao Achab..la signora in nero è meglio che stia molto lontano da noi. Buona domenica Amico.

    RispondiElimina
  45. ... "per il cielo è troppo presto ... per l'inferno non c'è posto ..."
    c'è sempre ancora qualcosa da fare al di qua del muro

    :*

    RispondiElimina
  46. Ciao Adam,grazie,si il tuo pensiero è giusto,grazie Amico.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  47. Ciao Strega61,bella frase e anche vera,grazie.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  48. Grazie,buona serata a tutte.

    RispondiElimina